ImageImageImageImageImage

© sito realizzato con amore e dedizione grazie ad un fantastico CMS: WordPress :)maximdesign

Scroll to Top

To Top

Visite guidate a Firenze | | Guida turistica a Firenze

Il Cinquecento a Firenze: la mostra da non perdere a Palazzo Strozzi

I curatori della mostra di Palazzo Strozzi, Antonio Natali e Carlo Falciani (tra i maggiori esperti dell’arte cinquecentesca), hanno avuto il coraggio di dedicare una mostra a maestri che, fino ad ora, hanno avuto poca fortuna critica, ma che proprio da questa esposizione emergono come straordinari creatori di emozioni e poesia sia nelle loro opere di argomento religioso che in quelle allegoriche e profane.

Leggi ancora »

Il corridoio vasariano a Firenze: si apre al pubblico il primo tratto

Da pochi giorni è stato aperto al pubblico il primo tratto del corridoio vasariano, quello che collega Palazzo vecchio alla Galleria degli Uffizi e che, essendo utilizzato come passaggio di servizio per gli uffici, era sempre rimasto chiuso ai visitatori.

Per rendere possibile questa visita è stato trovato un accordo, incredibile ma vero, tra il civico Museo di Palazzo Vecchio e la Galleria (nazionale) degli Uffizi tanto che, acquistando un unico biglietto, sarà possibile iniziare la visita dal palazzo, attraversare il breve tratto del corridoio che sormonta via della ninna e approdare alla galleria. Leggi ancora »

Bill Viola a Palazzo Strozzi a Firenze: per una anatomia delle emozioni

Avevo già tentato arditi paragoni tra l’arte contemporanea e quella rinascimentale e la mostra che il fiorentino Palazzo Strozzi dedica a Bill Viola (video artista americano) me ne dà nuovamete l’occasione.

Al di là dei rimandi che la mostra stessa propone e che Bill Viola autorizza (riflessioni sul Pontormo, su Masolino, Paolo Uccello, ecc), ieri mi sono meravigliata di trovare una assonanza dei video proiettati con le opere di due geni del Rinascimento, i nomi più rappresentativi di questo straordinario periodo dell’arte internazionale, Leonardo da Vinci e Michelangelo.

Leggi ancora »

Visitare Firenze: calendario maggio e giugno

Ecco il calendario dei prossimi incontri a Firenze:

- Sabato 6 maggio: arte e natura sul Monte alle Croci. Ci troveremo il pomeriggio alle 15 sul piazzale della romanica basilica di San Miniato al Monte, alla cui visita ci dedicheremo per circa un’ora e mezza. Appena finito scenderemo verso il piazzale Michelangelo e entreremo nel giardino dell’iris. Questo giardino ospita un importante concorso internazionale dal 1954 ed è aperto solamente un mese all’anno (dal 25 aprile al 20 maggio). Aiutati da un botanico, visiteremo questa prestigiosa collezione, apprezzeremo le varietà di questo fiore simbolo della nostra città e godremo di un panorama straordinario su Firenze. Torneremo quindi sul piazzale per raggiungere il giardino delle rose: qui tra le opere dello scultore belga Folon e le regine dei fiori faremo una passeggiata che ci condurrà alla porta di San Miniato, che attraverseremo entrando nelle mure cittadine, per terminare questa visita con un aperitivo.

Leggi ancora »

Una tradizione pittorica tutta fiorentina: dal desco da parto al tondo

C’era un‘antica tradizione nelle famiglie nobili fiorentine che riguardava il lieto evento della nascita. La nuova madre, dopo la fatica del parto, aveva il privilegio di rimanere a letto per molto tempo, assistita da serve, che si occupavano di lei, e da balie, che nutrivano e curavano il neonato. La nascita di un nuovo erede era salutata con grande gioia dalla famiglia e anche dalle famiglie alleate, le quali, in segno di buon augurio, spesso recavano in dono alla puerpera il cosiddetto “desco da parto”. Si tratta di un vassoio che molto spesso veniva riempito di frutta.

Leggi ancora »

Calendario gennaio – marzo 2017

Da poco ho inaugurato un gruppo whatsapp di amici che vengono costantemente informati sulle iniziative che organizzo. I gruppi che si formano sono eterogenei, sono composti da persone che non necessariamente si conoscono, raggiungono un numero massimo di trenta persone (a seconda dei luoghi che andiamo a visitare) e si incontrano di solito il sabato pomeriggio. Le visite che propongo sono varie e hanno un costo di € 10,00 a persona, al quale si aggiungono gli eventuali biglietti di ingresso e € 1,50 per i sistemi audio se necessari. Ognuno dei miei contatti ha la possibilità di estendere l’invito ai suoi conoscenti, che, se lo desiderano, verranno poi aggiunti al gruppo. Fatemi sapere, tramite e-mail o cellulare, se desiderate essere informati anche voi! Leggi ancora »

Le nuove sale di Botticelli alla Galleria degli Uffizi

Molti hanno già visitato la Galleria degli Uffizi e, ciononostante, gli stessi rispondono quasi sempre positivamente agli inviti ad una nuova visita: di questi capolavori non ci si stanca proprio mai. E io stessa lo posso testimoniare, perché, sebbene in alcuni momenti dell’anno le visite agli Uffizi siano quasi quotidiane, sono sempre molto contenta di accompagnare i miei visitatori alla scoperta o alla riscoperta di questo tesoro. Leggi ancora »

Sabato 3 dicembre visitiamo insieme il museo dell’ospedale degli Innocenti di Firenze

Da qualche mese è stato inaugurato il nuovo museo dell’Ospedale degli Innocenti in piazza SS. Annunziata a Firenze. Visitiamolo insieme! Prossima visita sabato 3 dicembre.

Il museo è stato, ed è ancora parzialmente, in restauro per poter dare a questa storica istituzione cittadina una nuova veste museografica che consenta di approfondirne la storia, apprezzarne l’architettura e ammirarne la ricca collezione di arte.

Leggi ancora »

Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim a Firenze

On 22, apr 2016 | No Comments | In Visite guidate a Firenze | By Elena

Si tratta di un’opportunità imperdibile per vedere a Firenze, nella cornice del superbo palazzo Strozzi  e fino al 24 luglio,  una selezione delle opere normalmente esposte al Solomon Guggenheim Museum di New York e alla Peggy Guggenheim Foundation di Venezia. In mostra si possono ammirare opere databili tra gli anni ’20 e gli anni’60 del ’900, di eccezionale valore, realizzate sia da artisti europei che americani. Queste opere possono essere apprezzate da due diversi punti di vista, tra di loro complementari: da un lato ciascuna di esse è un vero capolavoro godibile per se stesso; dall’altro esse costituiscono un nucleo inscindibile che tutto intero testimonia del gusto di due eccezionali collezionisti.  Leggi ancora »

I tesori del complesso museale del duomo di Firenze

Domani alle 15 ci sarà la prima visita organizzata al nuovo Museo dell’Opera del Duomo di Firenze o Opera di Santa Maria del Fiore. L’appuntamento è in piazza San Giovanni, di fronte al caffè Scudieri. La visita durerà circa 3 ore, poiché, oltre al museo, visiteremo il battistero di San Giovanni, la cripta di Santa Reparata e il duomo di Santa Maria del Fiore.

La parte più antica che visiteremo corrisponde alla cripta del duomo, dove sono visibili i resti di alcune domus romane, ma soprattutto ciò che sopravvive della chiesa paleocristiana di Santa Reparata. La chiesa venne intitolata a questa santa, ancora copatrona di Firenze, perché l’8 ottobre (giorno dedicato a questa santa greca) 405 i Romani fiorentini respinsero un attacco barbarico e, per ringraziare la santa della protezione che aveva loro riservato, decisero di costruire una nuova basilica e spostare il titolo di chiesa cattedrale dall’antica San Lorenzo (già consacrata nel 393 da sant’Ambrogio) alla nuova costruzione. La testimonianza più suggestiva che ci rimane è il bellissimo pavimento musivo che, oltre a una serie di simboli cristiani, reca i nomi di coloro che, in diversa misura, contribuirono alla sua realizzazione.